Seconda asta deserta, il Piacenza rischia di sparire

 di Nicolò Bonazzi  articolo letto 882 volte
Fonte: piacenzasera.it
© foto di Federico Gaetano/TuttoLegaPro.com
Seconda asta deserta, il Piacenza rischia di sparire

Nessuna offerta per il Piacenza Calcio. Anche la seconda asta, il cui termine è scaduto alle 12 di ieri è andata deserta. Il curatore fallimentare Franco Spezia ha spiegato che già oggi ci sarà un incontro con il giudice e il comitato dei creditori per organizzare una terza possibilità di offerta in tempi rapidi, con un probabile ulteriore sconto. Grande amarezza da parte del gruppetto di tifosi presenti in Tribunale. 

La prima asta svoltasi ieri in mattinata non aveva avuto riscontri positivi. I fratelli Francesco e Giovanni Pighi, imprenditori e unici potenziali compratori, sembrano aver fatto un passo indietro e la società biancorossa si ritrova sempre più ad un passo dal baratro. Nella seconda asta, come detto, la tanto famigerata fumata bianca non è arrivata: e per i cugini ora sono guai seri. Se nella terza asta non dovessero esserci risposte positive la società, dopo 90 anni di storia, rischia di sparire per sempre