Lega Pro: ancora 360 minuti tutti da vivere intensamente. Spicca la sfida dello Zini

 di Redazione TuttoCremonese.com  articolo letto 768 volte
Francesco Sessa/TuttoCremonese.com
Francesco Sessa/TuttoCremonese.com

La morte di Piermario Morosini ha relegato in un angolo la morte di un altro ex calciatore, Carlo Petrini. Il bomber, che ha giocato tra gli altri in squadre come Milan, Genoa e Torino a cavallo tra gli anni '60 e gli 80', fu coinvolto in uno scandalo ormai drammaticamente attuale come quello delle scommesse.
Lui pagò con una squalifica di tre anni e otto mesi, il mondo del calcio, a suo dire, l'ha rovinato non solo nel fisico, ed il suo impegno per raccontare lo schifo di quegli anni, tra bibitoni (con sostanze mai chiare) e scommesse, si è interrotto lunedì scorso, 16 aprile. Ciao Carlo.

In mezzo a tutte queste notizie drammatiche, una positiva c'è: La nazionale di Lega Pro ha vinto il torneo di Dubai. Complimenti ai ragazzi di Veneri. Sono il futuro del calcio italiano ed hanno iniziato alla grande.

Quattro giornate alla fine, il volatone in stile ciclistico sta iniziando. Nei gironi di Lega Pro i torpedoni sono pronti a sferrare l'attacco finale. Tutte le squadre coinvolte hanno pronta la "pedalata" giusta per riuscire ad arrivare al traguardo. Non sto nella pelle, saranno giornate ad alta tensione agonistica.

1^ Divisione:

Girone B:

Cremonese-Barletta è la partita del giorno. In palio punti pesanti in chiave play off. La capolista Trapani contro la Triestina cerca quella vittoria che le manca da tre domeniche (Frosinone-Trapani 1-2).

Lo Spezia al "Picco" affronta il Sud Tirol. Ospiti pericolosi in trasferta con gente molto pericolosa nei contropiede. La Virtus Lanciano contro il Pergocrema vuol continuare a sognare in grande.

Ad Andria il Siracusa troverà un avversario bisognoso di punti. In ottica salvezza da segnalare Frosinone-Portogruaro, con i ciociari non del tutto salvi. Ultima chiamata per il Bassano a Prato: una sconfitta e ci sarà il matematico ritorno in 2^ Divisione. Piacenza-Latina vede due squadre costrette a vincere. Chiude Carrarese-Feralpi Salò.