Qui Cuneo: pochi singoli di spessore, ma la sua forza è il gruppo

06.01.2016 09:00 di Nicolò Casali   Vedi letture
© foto di Jacopo Duranti/tuttolegapro.com
 Qui Cuneo: pochi singoli di spessore, ma la sua forza è il gruppo

L'inizio con 5 sconfitte consecutive non era sicuramente dei più promettenti, ma va detto che 4 di queste sono arrivate contro Cittadella, Alessandria, Pavia e Bassano intervallate dall'insuccesso di misura in casa della Giana Erminio. Poi il calendario ha iniziato a farsi a farsi più favorevole e qualche soddisfazione il Cuneo è riuscito anche a togliersela, tanto che ora sono a +3 dalla zona play-out, proprio come la Cremonese. 

L'organico, però, sulla carta è decisamente inferiore rispetto a quello grigiorosso. Basti pensare che il bomber è il mediano Gabriele Cavalli con 4 reti all'attivo di cui 3 dal dischetto. L'esperto centrocampista ex di Renate ed Alessandria, è seguito dal centravanti Chinellato e dall'esterno offensico Ruggiero (entrambi a 3), ma i piemontesi hanno il vantaggio fi riuscire  a mandare in gol parecchi altri elementi. I pericoli in attacco, dunque, possono arrivare da tutte le parti, ma il loro punto debole è la difesa nonostante la presenza di elementi noti come Michele Rinaldi ed il capitano Marco Gorzegno.