Qui Cittadella: veneti già in B; l'attacco è la miglior difesa

27.04.2016 12:00 di Nicolò Casali   Vedi letture
© foto di Luigi Gasia/TuttoNocerina.com
Qui Cittadella: veneti già in B; l'attacco è la miglior difesa

Che dire del Cittadella? Che dire di una squadra che ha vinto il campionato con 3 turni di anticipo e che ora è a +13 dal secondo posto? Niente, solo che se lo sono meritati. Hanno un organico, sulla carta, tra i migliori, ma la differenza con le altre compagini è che gli uomini di Venturato ne hanno steccate veramente poche: 4 sconfitte, 6 pareggi e 22 vittorie, recita la classifica (oltre ad esser stata finalista pure di Coppa Italia). Numeri importanti se si considerano anche i 51 gol fatti (migliore attacco) contro i 30 subiti (settima miglior difesa), testimonianza di quanto poco possa contare la difesa forte senza un reparto avanzato degno di nota. 

Importante è stata la riconferma dell'organico nel mercato invernale, ad eccezione dell'arrivo di Emiliano Bonazzoli, centravanti classe 1979 con un passato ricco di gol e presenze sia nella massima serie che tra i cadetti. La sua carriera, però, è praticamente giunta al termine (anche se non in maniera ufficiale), e infatti un paio di volte è sceso pure in Serie D con le maglie di Merano ed Este. 

Il bomber è Gianluca Litteri con 14 marcature all'attivo, mentre le restanti 37 reti sono suddivise su ben altri 12 suoi compagni di squadra. Come, ad esempio, il centrocampista Andrea Paolucci, andato a segno una volta in tutta la stagione proprio contro la Cremonese nella gara d'andata quando oramai tutto sembrava volgere ad un pareggio a reti bianche.