Qui Bassano: si vince anche "senza" attacco

13.01.2016 12:00 di Nicolò Casali   Vedi letture
© foto di Luca Marchesini/TuttoLegaPro.com
Qui Bassano: si vince anche "senza" attacco

La vetta della classifica dista dal Bassano Virtus soltanto 1 punto. Certo, Cittadella ed Alessandria (entrambe prime a 32 punti) hanno sicuramente qualcosa in più a livello di organico, ma in veneto non demordono, hanno il dovere di crederci. I 22 gol fatti ed i soli 14 subiti hanno fatto dei giallorossi non soltanto la terza forza del campionato ma anche la squadra meno battuta con la miseria di 2 sconfitte rimediate a Pordenone ed in casa con il Mantova.

Qualche pareggio di troppo ha reso il cammino di Mister Sottili un po' più ostico, ma va detto che la sua squadra ha giocato praticamente senza attacco: Pietribiasi, il bomber della ultime due stagioni, ha trovato la via del gol in una sola occasione su 13 partite, mentre Germinale, il suo sostituto con 4 gol in 11 incontri, ha concluso anzitempo la stagione a causa della rottura del legamento crociato. Facile, dunque, intuire che la maggior parte dei gol siano arrivati dai piedi dei trequartisti come Falzerano, Misuraca e Iocolano e dai centrocampisti come Proietti e Davì. Immaginate dove potrebbero essere con un attaccante come il nostro Brighenti, tanto per citarne uno che conosciamo bene. E comunque non è da escludere che il mercato non possa portarlo visto che siamo soltanto a metà della sessione invernale. Insomma si tratta di una squadra che ha pochi punti deboli se non l'attacco inteso come terminale offensivo, però a questo problema riescono a sopperire abbastanza facilmente con la rapidatà e la fantasia del collettivo.

All'andata finì 1-1 con Brighenti che rispose alla rete iniziale di Candido su punizione. In quell'occasione, i padroni di casa fecero la voce grossa senza però riuscire a portare a casa l'intera posta in palio, mentre i grigiorossi crearono poco e a livello di gioco già si vedeva che qualcosa non andava.