ESCLUSIVA TC - Parla l'agente Cremonese Luca Compiani

07.11.2012 17:00 di Nicolò Pedrini Twitter:    Vedi letture
ESCLUSIVA TC - Parla l'agente Cremonese Luca Compiani

Luca Compiani è uno dei due agenti Fifa regolarmente iscritti all'Albo residenti a Cremona. Luca, trentacinquenne, ha lavorato tanto per realizzare un obiettivo fondamentale della sua carriera professionale. Infatti, quando ha partecipato all'esame, ovvero nel marzo del 2012, solo una piccola percentuale è riuscita a superare il test, e lui è uno di questi. Simpatico, umile e soprattutto appassionato di calcio: sono questi gli aggettivi con cui si può definire Compiani, che oltretutto dopo così poco tempo di attività fa già parte dello staff di Silvano Martina, storico procuratore (come si diceva una volta) di Gianluigi Buffon.

Allora Luca, iniziamo dal tuo lavoro: come si struttura?
"Chiaramente il mio lavoro si svolge soprattutto durante il week-end, dove devo seguire molte partite, soprattutto giovanili. In poche parole devo fare scouting. Infatti prima di passare l'esame da procuratore, ho lavorato per due anni come osservatore, per formarmi sotto tutti i punti di vista. Durante la settimana invece si svolge un lavoro con i giocatori in quanto bisogna aiutarli essendo  ancora giovani e bisogna indirizzarli sotto tutti i punti di vista, compreso quello scolastico (ride, ndr)

I giovani giocatori come fanno a trovare il Procuratore?
"Innanzitutto è l'agente in questo caso che va a cercare il giocatore. Dopo che mi ha impressionato o  mi hanno segnalato un giocatore, lo seguo per almeno due o tre partite per confermare quanto di buono visto e dopo inizio a contattare la famiglia, in quanto parliamo di ragazzi ancora minorenni e dunque è giusto parlare con i genitori di come potremmo aiutare il ragazzo professionalmente. Vorrei dire che in questo mondo purtroppo sono molti i "finti procuratori", ovvero personaggi che si presentano come tali, che invece non sono iscritti all'Albo e dunque non hanno passato l'esame. Proprio per questo nel sito internet della FIGC  si trovano tutti gli iscritti"

Da che settori giovanili attingi di più?
"In questo momento seguo un paio di giocatori della Berretti di Montorfano molto promettenti ed altrettanti negli Allievi Nazionali di Zanchetta. Poi molti ragazzi che hanno giocato per la Cremonese e che ora sono a giocare in prestito in squadra professioniste o dilettantistiche. Inoltre ho elementi anche nell'Atalanta, nel Lumezzane e nella Primavera del Padova"

Cosa ti ha portato a svolgere questo tipo di attività?
"Questo per me più che un lavoro è soprattutto una passione. Io mi sento realizzato a livello personale quando vedo ragazzi giovani crescere e divertirsi allo stesso tempo. Dunque uno dei miei obiettivi principali è proprio quello di riuscire a portare qualche mio giocatore in Prima Squadra: ecco perchè ho scelto questo lavoro"

Un sogno per il futuro?
"Ora come ora il sogno più grande sarebbe quello di scoprire, magari nella Cremonese, un futuro Verratti. Quei giocatori ti danno molto a livello lavorativo. In quei casi ti senti veramente realizzato"