La Cremo si complica la vita da sola ed ora a Trapani serve solo una vittoria

 di Nicolò Pedrini  articolo letto 885 volte
Francesco Sessa/TuttoCremonese.com
Francesco Sessa/TuttoCremonese.com

Ora bisogna solo vincere. Dopo il pareggio maturato allo stadio la Zini la Cremonese domenica prossima avrà solamente un risultato su tre per poter accedere alla finale playoff in quel di Trapani. L'impresa sembra ardua, ma di certo non impossibile visto che la formazione di Brevi vanta elementi in grado di fare la differenza in qualsiasi momento. Basti vedere Coralli: in ombra a causa degli infortuni da gennaio fino ad ora, è entrato in campo per la gara più importante ovvero quella dei playoff e trova il gol del vantaggio tenendo in piedi le speranze della  Cremonese..

Nel primo tempo la Cremonese ha giocato con il cuore, sfruttando soprattutto le ripartenza laterali. Dopo dodici minuti di gioco Coralli è riuscito a sbloccare il risultato con una girata di prima su schema di punizione. Poi però i grigiorossi sono un po' calati e il Trapani si è reso pericoloso con un paio di conclusioni, parate in modo eccezionale da Alfonso, vero trascinatore dei suoi.

Nella ripresa dopo appena due minuti di gioco Filippini ha messo un pallone interessante al centro e Coralli di prima intenzione di testa ha colpito la traversa, strozzando in gola l'urlo dei tifosi. Al quinto poi Pestrin ha commesso un errore davvero ingenuo ed ha regalato praticamente il gol del pareggio al Trapani con Pirrone. Poi ancora poche emozioni: occasionissima quella capitata sulla testa di Samb, che però ha colpito fuori dallo specchio della porta. E ancora dopo pochi minuti gol annullato ai grigiorossi per fallo di Samb su Sabatino, molto discutibile. Dopo dieci minuti il senegalese Samb commette una vera e propria sciocchezza e viene espulso dal direttore di gara.

Valutando invece la prestazione della Cremonese reparto per reparto si può notare come la gara sia stata giocata soprattutto a centrocampo. Infatti la difesa grigiorossa ha retto bene nonostante l'assenza di Minelli e l'attacco in varie fasi del match è stato esplosivo, soprattutto dopo l'ingresso di Nizzetto. Il centrocampo invece ha avuto qualche problemino di più. Fietta ha disputato la sua solita grande partita, mentre Dettori ha faticato a trovare spazi. Pestrin invece è stato sufficiente, ma ha commesso un errore sul gol del Trapani davvero imperdonabile.