Calcioscommesse, ecco le sanzioni richieste per gli ex grigiorossi

 di Nicolò Bonazzi  articolo letto 826 volte
© foto di Image Sport/TuttoLegaPro.com
Calcioscommesse, ecco le sanzioni richieste per gli ex grigiorossi

Nella giornata di ieri il procuratore federale Stefano Palazzi ha emesso tutte le richieste di condanna alle squadre e alle persone coinvolte nello scandalo di Scommessopoli. Palazzi ha avanzato dinnanzi alla Commissione Disciplinare pene esemplari e richieste di penalizzazioni molto ingenti. Andiamo a vedere nel dettaglio i possibili scenari futuri per gli ex giocatori della Cremonese.

Frai i più colpiti c'è Thomas Ivock Job, l'attaccante camerunense ora in forza al Cittadella ma transitato sotto il Torrazzo nella stagione 2002/03 in C2 e in Serie B nell'ultima apparizione grigiorossa del 2005/06. Palazzi per l'attaccante ha chiesto 54 mesi di squalifica, pari a 4 anni e mezzo. Per Roberto Colacone, alla Cremo l'anno scorso e ora al Monza, la richiesta è di quattro anni di squalifica, pena uguale a quella avanzata per Mirko Stefani, centrale difensivo compagno di Colacone lo scorso anno e attualmente tesserato per il Frosinone. Per Carlo Gervasoni e Marco Paoloni, invece, c'è in atto una richiesta di allungamento della pena di rispettivamente venti mesi e sei mesi. Fra i dirigenti pena pesante per il direttore sportivo Claudio Magalini, alla Cremonese per pochi mesi nella stagione 2008/2009: anche per lui Palazzi ha richiesto quattro anni di squalifica. 

Per finire, ecco qualche curiosità: fra i coinvolti ci sono alcuni giocatori che a loro tempo erano entrati nel mirino della dirigenza grigiorossa come possibili acquisti. Fra questi calciatori c'è ad esempio Vincenzo Iacopino: il capitano del Monza fu un obiettivo della Cremo a cavallo fra il 2002 e il 2004, appena prima della doppia promozione dalla C2 alla B. Per lui la richiesta è di 42 mesi di squalifica, ossia 3 anni e 5 mesi. Gli altri "ex obbiettivi" sono l'ex pupillo di Giorgio Roselli Gigi Consonni del Grosseto (un anno di squalifica), cercato a più riprese nel 2005 e Salvatore Mastronunzio del Gubbio (maxi squalifica di 54 mesi, dato come possibile acquisto di gennaio nella stagione appena conclusa). L'ultimo nome è Achille Coser (3 anni chiesti per lui), portiere designato come il sostituto di Paoloni ma che in estate preferì andare al Novara. E con il senno di poi possiamo ritenerci fortunati di questa sua scelta.